Lo Psichiatra Degli Angeli

Eccolo qua
aggrappato alla gola del vento,
schiacciato tra invisibili mura arancio.
Rifletteva, l’angelo:”Che se di piume
mi vestono, a uccidersi di geometrie
celesti ci si sveste,
di noia e traiettoria veloce.”
Angelo in conserva
nel Pentateuco,
annegato ed evaso
a caccia di carne,
non sa ancora se il suicidio
sia un’opzione: ma niente sangue,
ma niente cappio,
ma niente salto nel vuoto.
“In cielo non c’è suicidio,
ma ci si uccide
se in terra cessa l’attenzione”
(mi dice).
Io allora insisto a credergli,
lui indossa una ferita,
me la mostra
poi si sveste
e lo ascolto.
Stiamocene qui,
a perquisirci gli occhi,
illuminati dalle insegne
di un tugurio di luce (s’è fatta notte).
Non han piume né ventre, gli angeli
che scendon giù
ad emaciarsi di spirito,
solo il desiderio
di avere sulle spalle
uomini custodi
di un manicomio celeste.
Io e lui ci siam scambiati i sogni,
mentre sul muro
l’ombra delle sue labbra
ingigantite indugiava
affrescandomi i contorni del vuoto.

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

5 pensieri riguardo “Lo Psichiatra Degli Angeli”

  1. Okay, sono capitata sul tuo blog solo adesso perchè ho letto tardi la notifica, pardon.
    Giuro che non ho preso una poesia a caso, ma tra tutte il titolo di questa mi ha attirato particolarmente e ne sono davvero felice perchè l’ho trovata davvero bellissima e probabilmente te lo hanno detto in tanti, ma non importa.
    Il modo in cui si incastrano le parole formando una sorta di melodia è davvero bello, la magia delle assonanze che in pochi sanno usare davvero ed in troppi si limitano a buttare lì parole che si assomigliano creando però un qualcosa di incomprensibile a livello di significato.
    Complimenti, davvero!

    Piace a 1 persona

    1. Grazie di cuore! Per me è un commento, oltre che molto apprezzato, anche utile per “testare” se una poesia piace più di altre (il tuo riferimento al titolo che ti ha attirato particolarmente è significativo). A breve lancerò un sondaggio (che sarà replicato almeno una seconda volta, con contenuti diversi) con 3 poesie, e chiederò ai followers un parere su quale tra le tre ritengono più bella/migliore. Basterà postare nei commenti il titolo della poesia preferita tra le tre. Ci sarà un e-book omaggio per tutti i partecipanti, e sarà personalizzato: oltre a essere un’anticipazione di qualcosa che “nasce” da questo blog, ognuno avrà un qualcosa che sarà “solo suo”. Grazie ancora e a presto! 🙂

      Piace a 1 persona

      1. Che bell’iniziativa!
        Io essendo ancora piccola non posso cimentarmi in qualcosa del genere, ma posso dire che so dove voglio arrivare (tra l’altro ho letto che sei laureato in lettere moderne che è la stessa facoltà a cui vorrei iscrivermi l’anno prossimo dopo la maturità), per fortuna essendo appunto piccola ho ancora del tempo per portare a termine sia il romanzo che la raccolta di poesie e cercare un editore!
        Grazie mille!

        Piace a 1 persona

      2. Caspita, non immaginavo fossi così piccola! Il tuo blog è degno (a livello di accuratezza) di una persona col doppio della tua età, e l’ho scelto proprio perché mi sembra accurato e serio. Io ho deciso di puntare all’autopubblicazione e contemporanea distribuzione su grandi canali (Feltrinelli, Mondadori, Amazon, IBS etc). Ciò avviene con quella che possiamo chiamare “nuova editoria”, grossi circuiti online che si caricano di stampa, revisione e pubblicità a costi davvero convenienti, giacché non impongono che vengano pagate anticipatamente dallo scrittore quelle 300-500 copie. Gli editori odierni purtroppo quasi sempre chiedono contributi consistenti agli scrittori (anche 2000 euro e oltre), e questi ultimi sovente vengono “abbandonati” dopo essere stati munti economicamente (è un paradosso! Bisogna pagare per poter pubblicare!). Sono così nate negli ultimi anni iniziative per consentire agli scrittori di poter pubblicare e contemporaneamente distribuire su vetrine importanti, compresi negozi fisici. E soprattutto, di poter farlo senza accusare contraccolpi economici. Più in là ti segnalo qualcosa, magari dopo che avrò fatto personalmente questa esperienza 😉

        Piace a 1 persona

      3. Credo che sia il più bel complimento che mi abbiano fatto quello riguardante la serietà del mio blog, soprattutto perchè ho volutamente deciso di non rivelare la mia vera età proprio per non essere presa come “la solita ragazzina in cerca di fama”.
        Parlando con la mia professoressa di lettere (che è anche colei che mi corregge le bozze del libro) abbiamo approfondito proprio il discorso dell’editoria, purtroppo sta diventando sempre più difficile riuscire a trovare delle persone oneste che amano il proprio mestiere di editori e tutto ruota attorno ai soldi dimenticando o lasciando da parte la qualità del libro e questo è possibile vederlo anche solo entrando in una grande libreria (Mondadori, Feltrinelli o Giunti che sia) dove sono disposti in bella vista tutti romanzetti sgrammaticati per ragazzine frustrate e poi in un angolino ci sono vere e proprie perle che nessuno calcola.
        Tempo fa provai a leggere un libro di mia sorella e ne rimasi scandalizzata e intristita perchè era non solo scritto male, ma era anche brutta la trama e tutto ciò che lo faceva vendere era la presenza continua di sesso.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...