Lo Psichiatra Degli Angeli

Eccolo qua aggrappato alla gola del vento, schiacciato tra invisibili mura arancio. Rifletteva, l'angelo:"Che se di piume mi vestono, a uccidersi di geometrie celesti ci si sveste, di noia e traiettoria veloce." Angelo in conserva nel Pentateuco, annegato ed evaso a caccia di carne, non sa ancora se il suicidio sia un'opzione: ma niente sangue,… Continua a leggere Lo Psichiatra Degli Angeli

(Una Canzone Nasce da) Un Corridoio di Cenere

Quando scrivo una canzone si riparte ogni volta da una nuvola grigia, un corridoio di cenere da attraversare. Pronti ad azzerare gli Hertz tutto intorno, col tosa-suoni silenzioso e a ripartire dal paesaggio neutro. Bisogna afferrare la nuvola grigia, stenderla come un lenzuolo da scuotere a zone come un panno, e ciascuna frequenza si stacca… Continua a leggere (Una Canzone Nasce da) Un Corridoio di Cenere

Nero

In questo luogo tutti gli specchi sono dipinti di nero, e le immagini non vi restano aggrappate come il geco sul muretto, ma scivolano sul pavimento come su superfici oliate. E nere sono anche le voci che sfiorano questi strani tubi che ho in testa e che non ho mai visto. Ad ogni passo rischio… Continua a leggere Nero

Strani Eventi al Tramonto

Scivolando nella fiamma il cielo stride e si consuma su pugni di roccia, galleggia sull'acqua, si contrae si dilata come una ferita in convulsioni geometriche. Risalendo dalla fiamma, gli uccelli atterriti mi entrano in testa graffiandomi con calcinacci di luce. La risacca del respiro (questo vento da abbracciare), levigando le tombe produce argille rosa, le… Continua a leggere Strani Eventi al Tramonto

La Paura

Mi hanno detto che si può pungere la paura, per questo sto forgiando una parola dura dura, per trafiggerla. Perché per trovare la soluzione, devi contraddire la definizione. La paura è solo un palloncino con due occhi neri neri che si allungano a dismisura e ti avvolgono, e se per trovare la soluzione devo contraddire… Continua a leggere La Paura