Polly

La ricordo solitaria nel campo a rincorrere biglie di vetro, scivolando sull'erba impressionista la sua voce riempie i vuoti d'aria come la febbre affonda nel corpo e così i nomi delle cose restano impigliati all'ailanto e al maggiociondolo al sorbo e all'ippocastano e tutto lo spazio tra i rami ne raccoglie l'essere. C'è una sfilza… Continua a leggere Polly

Tu sei un esercito

Tu sei un esercito di bambole scalze evocate per far compassione, che infuriano di tenerezza, di pioggia arrabbiata in grandine che trabocca e costringe, un po' tutti un po' a tutto. Crescendo più veloce degli occhi che hai addosso vivi la tua percezione in differita mentre l'impronta che lasci nel letto germina e sfugge di… Continua a leggere Tu sei un esercito