Anna Oxa – Un’Emozione da Poco (1978)

Era da tempo che volevo postare questo brano, che forse i più giovani non conosceranno (o forse lo conosceranno per averne visto l'interpretazione di Marinelli nel film "Lo chiamavano Jeeg Robot"). Beh, sappiate che per quanto mi riguarda, "Un'Emozione da Poco" si colloca tra i dieci brani più belli in assoluto della musica italiana. Il… Continua a leggere Anna Oxa – Un’Emozione da Poco (1978)

Matia Bazar – I Bambini di Poi (1983)

Lo avrete capito: sono nella fase delle grandi voci femminili italiane. E dopo Alice, Giuni Russo, Milva e Mia Martini non potevo dimenticare Antonella Ruggiero e i Matia Bazar. Questo brano è tratto da "Tango", probabilmente il loro disco più importante e pietra miliare della musica italiana. Lasciate alle spalle le velleità melodiche degli esordi… Continua a leggere Matia Bazar – I Bambini di Poi (1983)

Susan (Song #8)

Brano "ripescato" nell'hard disk (mi ero quasi dimenticato della sua esistenza) grazie all'input di conversazioni "cosmonaute" con una cara blogger. In questa canzone la storia di Susan, una ragazza annoiata dalla vita sulla Terra, che spera di ritrovarsi in un mondo diverso solo schiacciando un pulsante. O scartando i sogni come fossero caramelle. Ma forse… Continua a leggere Susan (Song #8)

L’Essenziale (Song #6)

Canzone costruita su un tempo di 3/4, pianoforte e voce: è un tentativo di descrivere il passaggio dalla serenità dell'infanzia a quella dell'età adulta. Ma sarà davvero così, o anche l'amore è solo illusione, un idillio temporaneo come gli archi che subentrano alla fine? L'ho registrata nel 2011, streaming in fondo alla pagina. Ricordo una… Continua a leggere L’Essenziale (Song #6)

Ioanne (Song #5)

Piano e voce (e un filo di basso) per questa canzone breve e soffusa (dovrebbe risalire al 2010). Il testo riguarda un amico immaginario, forse un extraterrestre, forse un "qualcosa" di invisibile che riesce a passare da uno stadio all'altro (liquido, solido, gassoso), eppure nonostante la sua impalpabilità risulta preferibile ai "vetri appannati" della gente… Continua a leggere Ioanne (Song #5)

(Una Canzone Nasce da) Un Corridoio di Cenere

Quando scrivo una canzone si riparte ogni volta da una nuvola grigia, un corridoio di cenere da attraversare. Pronti ad azzerare gli Hertz tutto intorno, col tosa-suoni silenzioso e a ripartire dal paesaggio neutro. Bisogna afferrare la nuvola grigia, stenderla come un lenzuolo da scuotere a zone come un panno, e ciascuna frequenza si stacca… Continua a leggere (Una Canzone Nasce da) Un Corridoio di Cenere