Meraviglia

Questa poesia, assieme alla precedente "Un'epidemia", apre un nuovo ciclo. Di tutto ciò che è stato pubblicato prima sul blog, solo una piccola parte - riveduta e corretta - andrà a confluire in un'opera che spero uscirà quanto prima (non dipende da me, o forse sì), e conterrà numerose poesie inedite che non saranno pubblicate… Continua a leggere Meraviglia

Il poeta polacco Bogdan Chorążuk e i testi scritti per Tadeusz Woźniak

Nella mia forsennata ricerca musicale, che dura da anni ed è anche approfondimento storico di culture altre (diverse dalle solite italiche o anglosassoni), ho incontrato diverse collaborazioni tra poeti e musicisti. Ovvio che parlare di Polonia oggi, in ambito poetico, significa parlare di Wisława Szymborska, ma quella scena ha proposto anche altri validi nomi, ingiustamente… Continua a leggere Il poeta polacco Bogdan Chorążuk e i testi scritti per Tadeusz Woźniak

Matia Bazar – I Bambini di Poi (1983)

Lo avrete capito: sono nella fase delle grandi voci femminili italiane. E dopo Alice, Giuni Russo, Milva e Mia Martini non potevo dimenticare Antonella Ruggiero e i Matia Bazar. Questo brano è tratto da "Tango", probabilmente il loro disco più importante e pietra miliare della musica italiana. Lasciate alle spalle le velleità melodiche degli esordi… Continua a leggere Matia Bazar – I Bambini di Poi (1983)

Lo Psichiatra Degli Angeli

Eccolo qua aggrappato alla gola del vento, schiacciato tra invisibili mura arancio. Rifletteva, l'angelo:"Che se di piume mi vestono, a uccidersi di geometrie celesti ci si sveste, di noia e traiettoria veloce." Angelo in conserva nel Pentateuco, annegato ed evaso a caccia di carne, non sa ancora se il suicidio sia un'opzione: ma niente sangue,… Continua a leggere Lo Psichiatra Degli Angeli

Città Bianca di Ieri

Tanta gente urla parole alle parole, e partorisce rabbia dalla bocca con maschere elettroniche. Io voglio solo respiri leggeri per disintossicarmi dagli occhi malati, e scivolo nelle strade indurite di periferia e d'erba. Col silenzio raggomitolato in bocca cerco i sentieri più calpestati dai gatti, che fissano le foto dei morti. E i gatti sono… Continua a leggere Città Bianca di Ieri

Sul Confine (Song #12)

A volte un vecchio account Dropbox restituisce pezzi che ti eri completamente dimenticato di aver registrato (e che erano completamente spariti da hard disk formattati mille volte). Brano ostico e lungo ma ritengo che abbia un testo interessante, e un buon finale strumentale. Risale a inizio 2011. Guarda il mare che non evapora mai, è… Continua a leggere Sul Confine (Song #12)