Matia Bazar – I Bambini di Poi (1983)

Lo avrete capito: sono nella fase delle grandi voci femminili italiane. E dopo Alice, Giuni Russo, Milva e Mia Martini non potevo dimenticare Antonella Ruggiero e i Matia Bazar. Questo brano è tratto da “Tango”, probabilmente il loro disco più importante e pietra miliare della musica italiana.
Lasciate alle spalle le velleità melodiche degli esordi (con album altalenanti in quanto a qualità, pur contenendo gemme di assoluto valore), la storica band trova finalmente il capolavoro con un disco davvero unico per l’Italia di quegli anni, probabilmente il capolavoro del synth-pop italiano.
I Bambini di Poi è il brano che chiude il disco, e vede sugli scudi sintetizzatori e batteria sintetica (come in buona parte dell’album), a sostenere testo e melodia. Sicuramente un grande brano: ha 34 anni ma non li dimostra. Il video sotto al testo è il tributo recente di un fan (non risale ovviamente al 1983).

Vedi un po’ tu
come sono gli eroi
ma pensa che
i bambini di poi
siamo noi

Splende il sole di Sorrento
sopra un mare che non c’è
corre un cieco incontro al vento
chiede un passaggio all’aldilà
un turista Americano
in carrozzella va
vuole comprare un paesaggio che mai non avrà

E l’astrologo francese
scappa e se na va a Quebec
il Re Sole lascia infranti
i grandi specchi di Versaille
Nostradamus brinda al tempo

Vedi un po’ tu
come sono gli eroi
ma pensa che
i bambini di poi
siamo noi

Nevica sulla laguna
il sipario indugia un po’
mentre il vino di Renania
allaga il vuoto di Bauhaus
San Giovanni non fa inganni

Vedi un po’ tu
come sono gli eroi
ma pensa che
i bambini di poi
siamo noi

9 pensieri riguardo “Matia Bazar – I Bambini di Poi (1983)”

    1. Alle 16,00! L’ora in cui si concluderà tutto sarà al massimo alle 21,00, ma probabilmente andrò via un po’ prima delle 21,00! Sicuramente mi “individuerai” perché dovremmo leggere le poesie…certo, sarà un piacere anche per me salutarti! 🙂

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...