Uomo d’Aria (Song #11)

Una canzone acustica risalente al 2011. Lo sfondo ambientale agreste è preso da un video amatoriale di youtube, "spalmato" per tutta la durata del brano. L'illusione è fantastica come fosse una virgola da rinchiudere in scatola, tra le dita si appiccica. Sta congelando la sua mente, la faccia a fette moltiplicherà per rivedersi fra 30… Continue reading Uomo d’Aria (Song #11)

Susan (Song #8)

Brano "ripescato" nell'hard disk (mi ero quasi dimenticato della sua esistenza) grazie all'input di conversazioni "cosmonaute" con una cara blogger. In questa canzone la storia di Susan, una ragazza annoiata dalla vita sulla Terra, che spera di ritrovarsi in un mondo diverso solo schiacciando un pulsante. O scartando i sogni come fossero caramelle. Ma forse… Continue reading Susan (Song #8)

L’Artigiano (Song #7)

Questo è un pezzo che si discosta un po' (ma non troppo) dai miei canoni: fu un giorno del 2012 che pensai, divertito: "Mauro, se dovessi andare a Sanremo con cosa ti presenteresti? Fai un pezzo patinato con qualche pennellata orchestrale degna di Beppe Vessicchio :D". E questa è la storia di un artigiano che… Continue reading L’Artigiano (Song #7)

L’Essenziale (Song #6)

Canzone costruita su un tempo di 3/4, pianoforte e voce: è un tentativo di descrivere il passaggio dalla serenità dell'infanzia a quella dell'età adulta. Ma sarà davvero così, o anche l'amore è solo illusione, un idillio temporaneo come gli archi che subentrano alla fine? L'ho registrata nel 2011, streaming in fondo alla pagina. Ricordo una… Continue reading L’Essenziale (Song #6)

Ioanne (Song #5)

Piano e voce (e un filo di basso) per questa canzone breve e soffusa (dovrebbe risalire al 2010). Il testo riguarda un amico immaginario, forse un extraterrestre, forse un "qualcosa" di invisibile che riesce a passare da uno stadio all'altro (liquido, solido, gassoso), eppure nonostante la sua impalpabilità risulta preferibile ai "vetri appannati" della gente… Continue reading Ioanne (Song #5)

Estetica Terrena (Song #4)

Brano vecchio (7-8 anni fa, ma come già detto questi sono tutti vecchi), col testo particolare, anche se criptico: la stanchezza e lo sconforto del vivere, sublimati nella bellezza dell'arte e dell'immaginazione ma, come in un infinito gioco di scatole cinesi, i livelli proseguono uno dentro l'altro, e c'è anche - strani personaggi - chi… Continue reading Estetica Terrena (Song #4)