Oltre (Human Cannonball)

Alla fine del Tempo farei un balzo infinito: varrebbe la pena rischiare per sapere che c'è oltre questo terrario che chiamiamo pianeta, monitorati come rettili ignari di ciò che c'è oltre. Dentro la terra delle radici, dentro il tempo delle radici, quel che quotidianamente ho visto è. Un uomo con giacca rossa, calzoni verdi e… Continue reading Oltre (Human Cannonball)

Pagine Vive

La biblioteca scoppia di carta. Io ne annuso l'odore, tra fogli gialli e rilegature rotte dal tempo. Ogni libro è un'urna di pace, contenitore del tempo sottile. Ogni pagina la sfoglio col suono del passo curioso nella terra. Feroce, a volte, leggo con l'ansia del disperso aggrappato al sospiro di storie, e gli occhi genuflessi… Continue reading Pagine Vive

Susan (Song #8)

Brano "ripescato" nell'hard disk (mi ero quasi dimenticato della sua esistenza) grazie all'input di conversazioni "cosmonaute" con una cara blogger. In questa canzone la storia di Susan, una ragazza annoiata dalla vita sulla Terra, che spera di ritrovarsi in un mondo diverso solo schiacciando un pulsante. O scartando i sogni come fossero caramelle. Ma forse… Continue reading Susan (Song #8)

L’Artigiano (Song #7)

Questo è un pezzo che si discosta un po' (ma non troppo) dai miei canoni: fu un giorno del 2012 che pensai, divertito: "Mauro, se dovessi andare a Sanremo con cosa ti presenteresti? Fai un pezzo patinato con qualche pennellata orchestrale degna di Beppe Vessicchio :D". E questa è la storia di un artigiano che… Continue reading L’Artigiano (Song #7)

Le Parole da Toccare

Molto spesso finisco per frantumarmi addosso a una parola troppo impalpabile e invisibile. Voglio apostrofi di vetro da incatenare alle dita come ciondoli: mi serviranno per un "po" o li toglierei da un "qual'", come un cameriere-grammatico, che aggiunge o porta via. E le singole lettere, pur non significando niente, avrebbero anche loro vita. Se… Continue reading Le Parole da Toccare

Questo era il Tempo (Poesia di P.)

Questa poesia formalmente non è di Mauro De Candia, ma è frutto di P., il protagonista del romanzo che sto scrivendo molto lentamente (e con un'autocritica estrema, tale da farmi rivedere molte cose dopo determinati mesi). Con quasi assoluta certezza è l'unico spiraglio del romanzo che mostrerò pubblicamente: eccezione è data dalla natura poetica del testo. Un… Continue reading Questo era il Tempo (Poesia di P.)