Meraviglia

Questa poesia, assieme alla precedente "Un'epidemia", apre un nuovo ciclo. Di tutto ciò che è stato pubblicato prima sul blog, solo una piccola parte - riveduta e corretta - andrà a confluire in un'opera che spero uscirà quanto prima (non dipende da me, o forse sì), e conterrà numerose poesie inedite che non saranno pubblicate… Continua a leggere Meraviglia

Giuni Russo – L’Addio (1981: testo di F. Battiato)

Ecco uno di quei testi italiani che mi fa illuminare, e mi stupisce e mi sorprende ogni volta per la sua semplice bellezza. La canzone è meravigliosa, e il testo altrettanto. Come lo era l'interprete. Con la fine dell'estate come in un romanzo l'eroina visse veramente prigioniera. Con te dietro la finestra guardavamo le rondini… Continua a leggere Giuni Russo – L’Addio (1981: testo di F. Battiato)

Renaissance – Northern Lights (1978: e un cenno sulla poetessa Betty Thatcher)

Storica band inglese di progressive-rock con la bella voce di Annie Haslam. Questo è uno dei brani più orecchiabili del loro periodo d'oro, quando si cimentavano in sontuose suite lunghe anche 25 minuti. Non siamo neanche tanto off topic a livello di poesia: buona parte dei testi dei Renaissance erano infatti scritti dalla poetessa Betty… Continua a leggere Renaissance – Northern Lights (1978: e un cenno sulla poetessa Betty Thatcher)

Città Bianca di Ieri

Tanta gente urla parole alle parole, e partorisce rabbia dalla bocca con maschere elettroniche. Io voglio solo respiri leggeri per disintossicarmi dagli occhi malati, e scivolo nelle strade indurite di periferia e d'erba. Col silenzio raggomitolato in bocca cerco i sentieri più calpestati dai gatti, che fissano le foto dei morti. E i gatti sono… Continua a leggere Città Bianca di Ieri

Antichi Cormorani Urbani

Dal basso verso l'alto s'accartoccia l'iride smisurata, scivolando al contrario sulla bionda rampa di scale, col corrimano verniciato d'ore trascorse. Io rotolo nel vetro della mia testa dal basso verso l'alto, con gli occhi-cormorani invertiti, inghiottiti in un mare d'aria nera, e fingo d'essere un ascensore, staccandomi dal corpo: ad ogni piano risalito è tutto… Continua a leggere Antichi Cormorani Urbani

Una Pozza d’Acqua

Ho lasciato l'occhio devastato di luce nella pozza, galleggiava come una boa e raschiava le immagini riflesse, mescolando il movimento alle impressioni già vecchie, perché un riflesso è sempre un passo indietro all'originale. Un uomo canta e sposta metri cubi d'aria. L'occhio galleggia, si arena sul bordo asciutto della pozza, e arretra il greto ricoperto… Continua a leggere Una Pozza d’Acqua

Nero

In questo luogo tutti gli specchi sono dipinti di nero, e le immagini non vi restano aggrappate come il geco sul muretto, ma scivolano sul pavimento come su superfici oliate. E nere sono anche le voci che sfiorano questi strani tubi che ho in testa e che non ho mai visto. Ad ogni passo rischio… Continua a leggere Nero

Strani Eventi al Tramonto

Scivolando nella fiamma il cielo stride e si consuma su pugni di roccia, galleggia sull'acqua, si contrae si dilata come una ferita in convulsioni geometriche. Risalendo dalla fiamma, gli uccelli atterriti mi entrano in testa graffiandomi con calcinacci di luce. La risacca del respiro (questo vento da abbracciare), levigando le tombe produce argille rosa, le… Continua a leggere Strani Eventi al Tramonto

Canto Subacqueo (Song #1)

Inauguro una nuova sezione con testi di canzoni da me scritte ed incise alcuni anni fa, con i miei mezzi poveri. Attualmente dopo una pausa di diversi anni ho ripreso a scrivere canzoni, ma servirà tempo per inciderle. Sono testi sicuramente meno ricercati delle recenti poesie, ma ero più giovane, un po' "disturbato" :D, e… Continua a leggere Canto Subacqueo (Song #1)

Una Vacanza (solo un divertente blackout)

Palpita come un cuore di nuvola l'estate attorcigliata nella testa di farfalle gelate, sospese come le statue umane sorprese a Pompei. Forse la morte é un punto di vista, un buco di silenzio, e in questa slabbratura (chiamiamola villeggiatura) vorrei farci una vacanza breve, nella testa delle farfalle gelate, per vedere com'è. Dimenticarmi ora d'esser vivo… Continua a leggere Una Vacanza (solo un divertente blackout)